Corso di qualificazione professionale

“Operatore Educativo per l’autonomia e la comunicazione”

Autorizzato dalla Regione Lazio con determinazione n. G06342 del 18/05/2018 ed adeguato al nuovo profilo approvato con det. n. G09492 dell’11/07/2019

Operatore eduticativo per l'autonomia

SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE: Servizi socio-sanitari
EQF: 4
ADA QNQR: 22.216.873 – Servizio di assistenza all’autonomia, all’integrazione e alla comunicazione delle persone in età scolastica con disabilità
Sistema classificatorio ISTAT: 3.4.5.2.0 – Tecnici del reinserimento e dell’integrazione sociale
Durata intervento:  n° 322 ore (202 aula, 120 stage). 
Requisiti di ammissione:
Titoli di studio:
· Diploma di scuola secondaria superiore
Conoscenza linguistica:
· Per i cittadini stranieri è indispensabile la conoscenza della lingua italiana almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente.
Permesso di soggiorno per cittadini extracomunitari
· I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno valido per l’intera durata del percorso.
 GESTIONE DEI CREDITI FORMATIVI

– Credito di ammissione: riconoscibile sulla base della valutazione degli apprendimenti formali, non formali ed informali, ove sia dimostrato il possesso dei prerequisiti cognitivi, di conoscenza ed abilità condizione per la positiva partecipazione, con riferimento al livello EQF Possono avanzare richiesta di riconoscimento del credito di ammissione le persone in possesso di:
i) qualifiche professionali di livello EQF 3, maturate in esito alla frequenza di percorsi formativi conclusi da esame pubblico;
ii) frequenza almeno biennale di percorsi di istruzione secondaria di secondo grado o di IeFP, inconclusi;
iii) partecipazione a corsi di formazione continua e di educazione permanente, per un minimo di 300 ore complessive negli ultimi 5 anni.

– Crediti formativi di frequenza: La percentuale massima riconoscibile è il 30% sulla durata di ore d’aula o laboratorio; il 100% sul tirocinio curriculare.

– Crediti formativi con valore a priori:
– Dispensa di frequenza e prova della Unità di risultati di apprendimento: “Fondamenti di psicologia e psico-pedagogia”, in caso di possesso di laurea triennale, magistrale o di vecchio ordinamento in psicologia o scienze dell’educazione e della formazione;
– Dispensa di frequenza e prova della Unità di risultati di apprendimento: “Sicurezza sul luogo di lavoro”, in caso di possesso di idonea attestazione (conformità settore di riferimento e validità temporale) relativa alla frequenza di corso conforme all’Accordo Stato – Regioni del 21/12/2011 – Formazione dei lavoratori ai sensi dell’art. 37, comma 2 del D.lgs. 81/2008;

Dispensa dal tirocinio curriculare:
– un terzo della durata del tirocinio, a fronte di dimostrabile esperienza lavorativa nel ruolo, svolta per 1 anno scolastico negli ultimi 3;
– due terzi della durata del tirocinio, a fronte di dimostrabile esperienza lavorativa nel ruolo, svolta per 2 anni scolastici negli ultimi 5, anche non continuativi;
– l’intera durata del tirocinio, a fronte di dimostrabile esperienza lavorativa nel ruolo, svolta per 3 anni scolastici negli ultimi 5, anche non continuativi.
Profilo Professionale
L’operatore educativo per l’autonomia e la comunicazione è in grado di facilitare l’integrazione scolastica dell’alunno con disabilità nell’ambito delle attività formativo-didattiche, dell’autonomia personale e della socializzazione, curando, in team con le altre figure educative e assistenziali, gli aspetti dell’apprendimento, della comunicazione e della interazione-relazione.
Sbocchi professionali
L’operatore educativo trova collocazione nel campo pubblico scolastico. Il servizio è, normalmente, affidato a società cooperative a seguito di istruttorie pubbliche.
 
Articolazione didattica
Il corso affronta le materie indicate nel Repertorio regionale delle competenze e dei profili istituito con la DGR n. 452/2012 ed adeguato a quanto previsto dal D.Lgs. 13/13 e dal Decreto Interministeriale del 30 giugno 2015 che istituisce il Quadro Nazionale delle Qualificazioni regionali.
Certificazione finale
Al superamento dell’esame si rilascia attestato di qualificazione professionale in conformità agli standard di cui all’art. 6 del D. Lgs. 16/01/2013 n. 13.

Se sei interessato a questo corso compila il form